Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 2

Chianella e Trainera

Mosto Cotto di Uva Aglianico

Mosto Cotto di Uva Aglianico

Prezzo di listino € 14,00
Prezzo di listino Prezzo scontato € 14,00
In offerta Esaurito
Imposte incluse.
Capacità
  • Spedizione in 1 giorno, gratuita per ordini superiori a € 99,00
  • Pagamenti sicuri: Carte di Credito, PayPal, Apple Pay, G-Pay

C’era una volta il mosto cotto…
Si produceva in tempo di vendemmia con il mosto delle uve di Aglianico appena pigiate. La cottura lenta e prolungata per tutta la notte creava l’attesa tipica delle cose buone fatte con amore e pazienza. Il profumo intenso inondava le cantine. 

Il mosto cotto così preparato era conservato in vasetti di vetro per tutto l’anno ed utilizzato come ingrediente per i piatti della tradizione contadina o come rimedio naturale per combattere malanni stagionali. 

Abbiamo voluto rivivere la tradizione… 
Preparato in modo assolutamente artigianale con mosto di uva Aglianico, re dei vitigni sanniti a bacca rossa, il nostro mosto cotto dal colore bruno con riflessi rossastri, sorprende per la varietà di usi. 

Ideale nella preparazione di dolci, di confetture e cocktail, è ottimo per guarnire gelati e frutta. Diventa una straordinaria e rinfrescante bevanda estiva se diluito con acqua e ghiaccio tritato.
Senza Conservanti e senza aggiunta di pectina.

CONSIGLI D’USO
Si consiglia come condimento agrodolce per pesce, carne, formaggi o verdura. Da provare sulla polenta.
Il mosto cotto è da sempre anche un ottimo alleato per combattere tosse, dolori articolari, mal di gola ed inappetenza. Migliora la circolazione sanguigna, attenua le fermentazioni intestinali ed è un toccasana contro le indigestioni e per le stomatiti. 

LA SUBRETTA
Scendeva la neve e la “subretta” con il mosto cotto era un rito immancabile: il nonno raccoglieva la neve fresca e pulita, la nonna versava su del mosto cotto e girava. Il sapore un po' dolce, un po’ acre delle cose preziose di un tempo antico invade le nostre case ogni volta che la neve imbianca le cime del Monte Taburno. 

Per preparare la “subretta”, conosciuta anche come sorbetto dei poveri, in assenza di neve: tritare del ghiaccio e versarvi sopra del mosto cotto, mescolare con un cucchiaio fino ad ottenere un colore omogeneo. Consumare appena pronto per evitare che si sciolga.     

Ingredienti

Mosto di uva Aglianico, mela cotogna.
Può contenere solfiti.

Modalità di Conservazione

Conservare in luogo fresco e lontano da fonti di calore.
Prodotto artigianale, forma sedimento naturale

Recensioni clienti

Basato su 1 review Scrivi la tua recensione
Visualizza dettagli completi